Aggressione sul lungolago: la Polizia denuncia denuncia un gruppo di ragazzi

LECCO - Gli agenti della Squadra Mobile della Polizia di Stato sono riusciti a risalire agli autori dell'aggressione avvenuta nella notte tre l'11 e il 12 giugno sul lungolago. Un'intensa attività di indagini che ha portato alla denuncia di alcuni ragazzi con l'accusa di lesioni aggravate

Avevano malmenato di notte un giovane sul lungolago di Lecco: gli aggressori, dopo un minuzioso lavoro di indagine, sono stati denunciati a piede libero dalla Polizia di Stato. Tra loro c'è anche un minorenne.

I fatti erano accaduti nella nella notte tra venerdì 10 e sabato 11 giugno. Tre persone a bordo di un’auto ferma al semaforo del lungolago, avevano notato un gruppo di amici e, dopo aver intercettato lo sguardo di uno di loro, erano scese dal veicolo per aggredirlo con calci e pugni senza particolari motivazioni.

Gli aggressori, poco dopo, erano stati raggiunti da altri “amici” a dare manforte. Si erano poi allontanati quando la loro vittima era ormai a terra in stato di incoscienza e sanguinante.

Il ragazzo aggredito era stato immediatamente soccorso e trasportato presso l’ospedale di Lecco, ricoverato con diagnosi di frattura emimandibolare e prognosi di 40 giorni.

La Polizia di Stato, sulla scorta delle prime testimonianze,  aveva attivato le ricerche raccogliendo elementi utili per la successiva attività d’indagine, conclusa dalla Squadra Mobile, che hanno portato all’individuazione,  non solo dei primi tre responsabili,  ma anche di altri del “branco” che hanno concorso a vario titolo all’aggressione.

Dovranno rispondere del reato di lesioni aggravate.