Expo: due notti d'albergo su tre vendute nell'area euro

L'ufficio Studi della Camera di Commercio, a un mese dall'inizio dell'Esposizione universale, ha cercato di capire la provenienza dei visitatori: andando a verificare le prenotazioni delle camere d'albergo ha scoperto che il 68% sarà dell'area euro.

Expo: le prenotazioni già acquisite dagli albergatori lombardi indicano che le richieste sono provenienti soprattutto da Italia e dall’area Euro (rappresentano il 68% sul totale). Quindi Russia ed Europa dell’est (12,4%), Cina (6,6%), Giappone (4,3%). 

A parte Milano, i turisti cinesi che hanno già prenotato scelgono Monza e Brianza (il 15,4% delle prenotazioni nel periodo di Expo in Brianza provengono dalla Cina), i giapponesi e i russi scelgono il lago di Como. Prenotazioni da Usa e Canada ferme all’1,8% del totale. È quanto emerge da elaborazioni di Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Osservatorio turistico T.R.A.V.E.L., progetto sul turismo a cui aderiscono le Camere di commercio lombarde e Regione Lombardia, che ha coinvolto oltre 600 strutture di accoglienza rappresentative del sistema della ricettività regionale (dati fine 2014).

Como, in particolare, vedrà l'arrivo di russi (21%) e di persone dall'Europa dell'est, ma anche dai Paesi scandinavi (11,3%), da Cina (11,3%) e Giappone (14,5%).  Lecco avrà invece una forte presenza di italiani (56,5% delle notti prenotate) e di Paesi area euro (34,8%) con piccolo quote residue per Russia e Cina.