Villa Olmo, il Comune apre il cantiere ai cittadini

COMO - Questa mattina si va in cantiere. Il Comune ha infatti deciso di spalancare le porte di Villa Olmo per mostrare ai cittadini lo stato dei lavori. La visita guidata procederà lungo un itinerario ben definito, comprensivo anche del parco storico

L'occasione è davvero ghiotta per riscoprire uno dei beni più importanti della città di Como: oggi, domenica 9 aprile, il Comune per la prima volta apre le porte del cantiere di Villa Olmo. Una serie di visite guidate (partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria) permetteranno ai cittadini di vedere da vicino gli interventi realizzati dopo l’avvio dei lavori. È l’occasione per conoscere i “lavori in corso” direttamente dal racconto dei progettisti che faranno da guida e di vedere parti del parco che sono chiuse al pubblico da tempo, come le serre liberty.

Il tutto lungo un itinerario ben definito: dall’infopoint di cantiere - allestito nell’atrio del piano terra di Villa Olmo - si raggiunge il parterre a lago, dove gli interventi sono già visibili: il recupero del rapporto più diretto con l’acqua grazie alla ricostruzione del prato circostante la darsena e all’eliminazione della siepe che separava la fontana neo-barocca di Gerolamo Oldofredi dallo spazio fruibile davanti alla villa. La visita prosegue nel Parco storico che si estende sul retro e sul lato settentrionale della Villa fino alla strada per Cernobbio e oltre il ponte del Chilometro della Conoscenza.

I lavori in corso restituiranno all’area le caratteristiche dei parchi all’inglese e lariani: sono già stati realizzati interventi alla Roggia Valeria e alla grotta come si vedrà durante la visita che proseguirà anche dopo il ponte del Chilometro della Conoscenza verso la Villa del Grumello e la zona delle serre.