Una ragazza morta nel bosco: giallo a Rodero

RODERO - Un corpo senza vita avvistato ieri pomeriggio dai passanti ai margini dell'area boschiva dell'estrema periferia del paese, proprio a due passi da Cantello e dal confine con la provincia di Varese. E' quello di una ragazza, priva di documenti. Ancora ignote al momento le cause del decesso

Un ritrovamento macabro nei boschi di Rodero, all'estremo nord della provincia di Como, a due passi da Cantello e dal varesotto: a terra il corpo di una ragazza senza vita. E' stata notata a fianco della strada che porta al valico del Gaggiolo nel pomeriggio di ieri, domenica 16, da passanti che hanno subito dato l'allarme telefonando al 112. Sul posto sono arrivati i Carabinieri di Como per le indagini.

Al momento tutto è ancora avvolto nel mistero. Chi è quella ragazza, priva di documenti? Si sa soltanto che ha un'età stimata tra i 25 e i 30 anni e che non è deceduta molto tempo prima dell'avvistamento di ieri. Con ogni probabilità nel pomeriggio o nella serata di sabato.

Dalle prime informazioni pare che la ragazza non avesse nemmeno segni di violenza sul corpo. In prima battuta, insomma, pare venire meno anche l'ipotesi dell'omicidio. I militari e la scientifica, però, al momento non escludono nulla.

I residenti, invece, avanzano l'ipotesi di un'overdose. La zona, del resto, è infestata dagli spacciatori. Area strategica per lo spaccio di stupefacenti, con i boschi che diventano il luogo ideale per cercare di sfuggire alle forze dell'ordine e in un punto in cui convergono sia i clienti del comasco che quelli del varesotto.