Un'azienda comasca tra le sei eccellenze italiane scelte dall'Unione Europea

LURATE CACCIVIO - C'è anche la Aleph, realtà produttiva che ha sede in paese, tra le 42 eccellenze europee (di cui sei italiane) selezionate dalla Ue nell'ambito del programma di ricerca Horizon 2020. Dovrà approfondire il discorso della metodologia di stampa su largo formato.

Un'azienda comasca tra le 42 eccellenze europee scelte dalla Ue nell'ambito del programma quadro Horizon 2020 della Commissione Europea. Si tratta dell'Aleph di Lurate Caccivio, una delle sei realtà italiane, tra le piccole e medie imprese, selezionate per la fase due dello "Strumento Pmi" che distribuisce 6 milioni 700 mila euro in tutta Europa per la ricerca.

Per ciascuno progetto i partecipanti riceveranno fino a 2,5 milioni di euro (che possono arrivare a 5 se si tratta di temi legati alla sanità) e la possibilità di beneficiare di una formazione imprenditoriale specifica fino a un massimo di dodici giorni.

La Aleph, in particolare, avrà il compito di approfondire il discorso della metodologia di stampa su largo formato. Non è comunque l'unica impresa brianzola selezionata: ci sono anche la Mobiltech di Varedo (Mb) che dovrà occuparsi della realizzazione di un alimentatore per caravan da campeggio e la Ml Engraving di Bergamo che sta lavorando su un progetto di un un macchinario laser per incisione industriale. 

Le altre tre italiane selezionate sono la Atp Srl di Angri (Sa) per una tecnologia nel settore dei compositi; la Società Agricola Serenissima di Conselve (Pd) con la progettazione di una serra per microalghe; la Cimberio Spa di San Maurizio (No) che opera nel campo dell'efficienza edilizia.