Tre diciottenni comaschi accoltellati a Riccione, uno è grave

COMO - Tre ragazzi di diciotto anni, residenti in città, coinvolti in una rissa finita nel sangue con quattro nordafricani sulla spiaggia di Riccione. Uno è grave all'ospedale dopo essere stato colpito all'addome. Tutti, italiani ed extracomunitari, sono stati arrestati.

Accoltellati in spiaggia a due passi dal concerto organizzato da Radio Deejay: tre diciottenni comaschi sono stati feriti da nordafricani, uno è in gravi condizioni all'ospedale cittadino. Sia loro sia gli extracomunitari sono stati poi arrestati dalla Polizia con l'accusa di rissa aggravata, mentre su un nordafricano pesa anche l'accusa di tentato omicidio.

La rissa è avvenuta sulla spiaggia nei pressi di piazza Roma al termine del concerto organizzato da Radio Deejay. Coinvolti tre ragazzi di 18 anni, di cui uno di origini albanesi, residenti in città. Con loro, ma non coinvolto nella rissa, era presente anche un quarto comasco di 17 anni.

Uno degli extracomunitari nella stessa serata era stato denunciato dai Carabinieri perché presente in Italia in modo clandestino dopo essere arrivato con un barcone ed essere stato accolto a Crotone. Gli era stato poi notificato il foglio di via, ma non aveva mai lasciato la penisola spostandosi nelle zone più turistiche.

Ancora ignote le cause della rissa e dell'accoltellamento. Gli inquirenti stanno cercando di capire se alla base di tutto ci sono questioni legate allo spaccio di sostanze stupefacenti.