Tenta l'espatrio con passaporto falso: pakistano arrestato

COMO - Il suo desiderio era quello di raggiungere la Germania, ma pensava di farlo con un passaporto falso: un diciottenne pakistano lunedì è stato fermato al valico di Brogeda e arrestato dopo gli accertamenti. E' poi stato processato per direttissima.

Nell'ambito dei controlli effettuati dalla Polizia di Stato sulla linea di confine in collaborazione con le autorità svizzere, lunedì mattina al valico autostradale di Brogeda a bordo di un pullman diretto in Germania è stato rintracciato un giovane straniero che esibiva un permesso di soggiorno italiano e un passaporto pakistano.

Poiché da primi esami quest'ultimo documento risultava alterato, gli è stato proibito l'ingresso in Svizzera e quindi è stato preso in consegna dalla Polizia di Frontiera italiana. Condotto presso gli uffici di Ponte Chiasso, è emerso che il passaporto pakistano, genuino nel supporto, presentata un'alterazione nella pagina dati con una sovrascrittura di dati nuovi su quelli preesistenti, e che grazie a questo documento aveva ottenuto un permesso di soggiorno per attesa occupazione.

Sentito il Pm di turno, in base alla vigente legge antiterrorismo il 18enne è stato arrestato per possesso di documento falso e processato con rito direttissimo.