Tavernerio, Fermi: "Un poliambulatorio che attua la riforma sanitaria"

TAVERNERIO - C'era Alessandro Fermi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega all'Attuazione del programma e ai Rapporti istituzionali nazionali, all'inaugurazione del poliambulatorio di Tavernerio. E ha avuto parole di elogio per la struttura e per la lungimiranza del sindaco.

"Questo poliambulatorio è il primo esempio concreto della traduzione sul territorio di quella che è l'evoluzione del nostro sistema socio sanitario". Lo ha detto ieri a Tavernerio il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega all'Attuazione del programma e ai Rapporti istituzionali nazionali Alessandro Fermi, durante l'inaugurazione della nuova struttura 'A. Rossini'.
 
Fermi ha poi riconosciuto la lungimiranza del sindaco del comune comasco Rosella Radice che "ha creduto in questo percorso, capendo le esigenze della cittadinanza" e, di fatto, anticipando gli indirizzi della riforma sanitario varata da Giunta e Consiglio regionale. Proprio questa evoluzione, secondo il sottosegretario Fermi, è uno stimolo per allargare il discorso al tema della cittadella della salute "sulla quale si sta già lavorando".
 
"Questa struttura - ha concluso Fermi - rappresenta dunque un fiore all'occhiello, un modello e fa da apripista ad altre iniziative del genere. La validità del poliambulatorio, sono sicuro, sarà testimoniata dalle tante persone che lo useranno per i propri accertamenti".