Tangenziale: col pedaggio è un deserto

COMO - La tangenziale come un deserto: con l'introduzione del pedaggio e dei 62 centesimi di pagamento, sulla strada non si è visto nessuno. Così com'era stato ampiamente previsto. Le 14 mila auto che sono transitate nei primi sei mesi sono solo un ricordo.

Mai previsione si è rivelata più azzeccata: introdotto il pedaggio sulla tangenziale, è sparito il traffico. Strada deserta. Gli automobilisti hanno preferito dirigersi verso altri percorsi, così come hanno sempre fatto prima della realizzazione della tratta.

E' stato davvero devastante l'introduzione del sistema a pagamento. Sarà pure avveniristico, unica autostrada italiana senza caselli, ma i cittadini hanno visto soprattutto il lato negativo: monete che escono dal portafoglio. 

Nel weekend, pur con la scusante che si trattava del ponte dei Santi, i 62 centesimi della tangenziale non hanno riscosso un ampio consenso. Si vedrà in questi giorni se il traffico tornerà sulla tratta. Ma se molti avevano inviato al boicottaggio, altri sembrano poco favorevoli al Conto Targa. Nei primi sei mesi sono transitate 14 mila auto. Forse un calo era prevedibile, visto che non si parla più di gratuità. Ma ora è davvero un crollo.