Sequestra la ex, poi tenta di investirla e di violentarla: arrestato un cinquantenne

ERBA - Con una banale scusa è riuscito a rivedere la ex convivente. All'incontro l'ha caricata a forza in macchina e, al suo tentativo di fuga, ha cercato di investirla. Poi l'ha portata in una zona boschiva per violentarla. Le urla della donna hanno richiamato l'attenzione dei Carabinieri.

Le grida della donna sono state provvidenziali: i Carabinieri venerdì mattina hanno arrestato l'ex convivente con un campionario di denunce che vanno dal sequestro di persona al tentato omicidio e perfino alla violenza sessuale. L'uomo è stato accompagnato al Bassone di Como.

La donna, forse con titubanza, aveva accettato l'invito dell'ex convivente che le aveva proposto di trovarsi da un amico per discutere di alcune questioni rimaste aperte dopo la fine della loro relazione. Quando lui è arrivato davanti all'abitazione, però, l'ha caricata in macchina facendo capire che quella dell'amico, alla fine, era stata soltanto una scusa.

Lei, spaventata, come ha potuto è scesa dall'auto per fuggire. Lui ha dapprima cercato di investirla, poi è riuscito a portarla in una zona boschiva e ha cercato di violentarla.

Le urla disperate della donna hanno richiamato l'attenzione dei Carabinieri che stavano transitando in quella zona durante un normale pattugliamento del territorio. Sono intervenuti e hanno subito arrestato l'aggressore.

Lei, invece, è stata accompagnata all'ospedale "Fatebenefratelli" dove le sono state riscontrate escoriazioni, lesioni, traumi, uno stato di forte choc.  Dovrebbe cavarsela in una trentina di giorni.