Ruba i vestiti all'Oviesse, dimentica una placca antitaccheggio: bloccato e denunciato

COMO - Un filippino nei giorni scorsi si è recato nell'esercizio commerciale di viale Giulio Cesare. Aveva finito i soldi ma desiderava quelle due magliette e quei bermuda. Fermato dall'addetto alla sicurezza, è stato consegnato alla Polizia che lo ha denunciato a piede libero.

E' andato all'Oviesse per prendere i vestiti, ma non aveva l'intenzione di pagarli: un giovane filippino, nei giorni scosri, è stato denunciato dalla Polizia. E' accaduto nel pomeriggio di giovedì scorso nell'esercizio commerciale di viale Giulio Cesare dove un ragazzo ha tentato di rubare due magliette e un bermuda.

Il ragazzo, G.S. di 18 anni, filippino, ha fatto un giro come un normalissimo cliente e poi si è impossessato delle due magliette e dei bermuda che ha infilato nello zainetto dopo aver rimosso le placche antitaccheggio. Non si è però accorto di averne dimenticata una: quando è arrivato alla barriera delle casse, provando a uscire senza pagare, è scattato il sistema di allarme.

L'addetto alla sicurezza lo ha fermato e ha chiamato la Polizia. Il giovane nello zainetto, oltre alla merce, rubata, aveva anche una forbice utilizzata per rimuovere le placche antitaccheggio e i cartellini presenti sugli indumenti.

Accompagnato in Questura, il ragazzo ha ammesso di essersi recato di proposito nel negozio per rubare i vestiti: aveva finito la paghetta ma li desiderava. E' stato denunciato a piede libero per furto aggravato.