Respinti alla frontiera due somali con documenti falsi

COMO - Viaggiavano a bordo di un pullman partito da Milano e diretto in Germania. Due extracomunitari, di 26 e 18 anni, sono stati sorpresi con documenti falsi. Non avendo intenzione di richiedere asilo politico, sono stati denunciati. Avviate anche le pratiche per l'espulsione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nell'ambito della cooperazione tra Polizia di Stato e autorità elvetiche, lunedì sono stati respinti in Italia due cittadini somali che tentavano di entrare in Svizzera con documenti falsi.

E' accaduto in occasione di un controllo effettuato al valico autostradale di Brogeda a bordo di un pullman partito da Milano e diretto in Germania. I due cittadini stranieri, di 26 e 18 anni, esibivano documenti italiani di dubbia autenticità e venivano pertanto affidati alla Polizia di Frontiera che li conduceva presso gli uffici di Ponte Chiasso poiché non intendevano fare istanza di asilo in Svizzera.

La Polizia appurava quindi che i documenti esibiti, per ciascuno un permesso di soggiorno e un titolo di viaggio  apparentemente rilasciati dalla Questura di Roma, erano completamente falsi e pertanto li sequestrava.

Conclusi gli accertamenti la Polizia li denunciava per possesso di documenti falsi e avviava le pratiche per l'espulsione; anche in Italia non avevano intenzione di chiedere asilo.