Pusher con 2 chili di droga in casa, colto da malore al momento dell'arresto

COMO - Un italiano incensurato di 48 anni, residente in città, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Cantù. Lo hanno trovato in possesso di due chili di marijuana. Al momento dell'arresto, però, è stato colto da malore e trasportato all'ospedale Sant'Anna

E' ricoverato all'ospedale Sant'Anna, piantonato dagli agenti della Polizia penitenziaria, il quarantottenne di Como che i Carabinieri della Compagnia di Cantù hanno trovato in possesso di droga e arrestato.

Quando è stato scoperto, gli è venuto un malore ed è stato necessario il trasporto d'urgenza all'ospedale, dove i medici hanno poi deciso di tenerlo ricoverato in osservazione.

L'uomo, incensurato, è stato fermato a Cantù in via Giovanni XXIII per un controllo di routine. Il suo nervosismo l'ha tradito. A quel punto i militari hanno proceduto a un controllo più approfondito, trovandogli in tasca qualche spinello.

Il controllo è stato poi esteso all'abitazione di Como Trecallo, via Somalvico, dove risiede con l'anziana madre. Lì la sorpresa: non è stato trovato qualche altro spinello, bensì 2 chili di marijuana custodita in barattoli.

Per l'uomo è scattato l'arresto. Ma i militari non sono riusciti a portarlo in carcere: colto da malore, è finito all'ospedale Sant'Anna. I conti con la giustizia sono solo rimandati.