Prostituta violentata e rapinata: marocchino in manette

FIGINO SERENZA - Un marocchino di 31 anni residente in paese è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Cantù. L'altra notte ha caricato sulla sua auto una prostituta trovata sulla novedratese, poi l'ha violentata e rapinata. I Carabinieri lo hanno trovato poco più tardi.

Ha violentato e rapinato una prostituta, ma la sua notte brava è finita davvero male: un marocchino di 31 anni residente in paese  è stato poi arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Cantù.

L'extracomunitario ha avvicinato una prostituta ucraina di 25 anni sulla novedratese. Ha trattato il prezzo, poi l'ha caricata in macchina e si è appartato con lei. Appena i due sono rimasti soli, però, lui ha rivelato subito le sue intenzioni a suon di pugni e schiaffi: prima l'ha violentata, poi si è impossessato della sua borsa contenente i soldi con l'incasso della serata. Poi l'ha scaricata a margine della strada ed è fuggito.

La ragazza, sebbene sotto choc, ha avuto la prontezza di dare un'occhiata alla targa e di annotarsi alcune lettere. Poi è riuscita a chiedere aiuto a un passante e a chiamare i Carabinieri.

Questi, grazie all'indicazione di alcuni estremi della targa e del modello dell'auto, sono risaliti velocemente al marocchino. Sono andati a bussare alla sua porta per la perquisizione domiciliare, trovano subito la borsa e il cellulare della prostituta.

Il nordafricano è stato immediatamente arrestato. La ragazza, invece, è stata accompagnata all'ospedale di Cantù per le medicazioni.