Nell'appartamento un ostello abusivo per clandestini

BREGNANO - Nel suo appartamento di Ceriano Laghetto (Mb) un pakistano aveva ricavato una sorta di 'ostello' abusivo dove alloggiava quattro suoi connazionali. Due con regolare permesso di soggiorno, due invece clandestini. Attività scoperta dal blitz di ieri di Polizia locale e Carabinieri.

Nel suo appartamento di Ceriano Laghetto (Mb) aveva ricavato un ostello abusivo dove ospitava clandestini. Il blitz condotto ieri all'alba dalla Polizia locale insieme ai Carabinieri ha smascherato l'attività di un pakistano residente a Bregnano. Davanti ai loro occhi una sorta di “ostello” abusivo per clandestini, costretti a vivere in precarie condizioni igieniche dietro il pagamento di somme non irrilevanti immigrati, anche, pagate rigorosamente “in nero” e al di fuori di ogni regola. Le forze dell'ordine, dopo le segnalazioni di alcuni cittadini che indicavano un sospetto via vai di stranieri, sono intervenute in un cortile di via I° maggio per un sopralluogo all'interno di un appartamento.

Nel corso dei controlli, Carabinieri e agenti di Polizia locale, hanno trovato nell'abitazione quattro uomini di origine pakistana, due dei quali privi del permesso di soggiorno. All'interno dei locali, sono stati trovati sette posti letto che presumibilmente venivano utilizzati a rotazione da diversi ospiti per un periodo temporaneo. La presenza di “ospiti” però non era mai stata segnalata, come da obbligo di legge, in Comune.

I due con permesso di soggiorno sono stati invitati a regolarizzare la loro posizione unitamente al proprietario dell’immobile, mentre per i due immigrati clandestini sono scattate le operazioni di rito ovvero: fotosegnalamento e successivo accompagnamento presso l’Ufficio Immigrazioni della Questura di Milano.

Al proprietario dell'immobile verranno quindi notificate sanzioni amministrative pari a mille euro per la mancata comunicazione delle persone che stava ospitando. 

“E' anche con operazioni come queste - afferma il sindaco Dante Cattaneo - che si combatte contro il degrado e per la sicurezza del territorio, che inizia proprio dall'avere conoscenza delle presenze e dalla verifica dei loro requisiti di regolarità. Ringrazio la Polizia locale, i Carabinieri e tutte le persone di Ceriano che, avendo a cuore il proprio paese, di fronte a situazioni sospette o palesemente irregolari, non si voltano dall'altra parte, ma segnalano agli uffici preposti”.