Nel rimorchio del Tir 325 chili di hashish: due albanesi nei guai

CANTU' - Un albanese di 61 anni, residente a Monza, sabato è stato arrestato insieme a un connazionale di 39 anni dalla Guardia di Finanza di Lecco. I due erano impegnati a scaricare 325 chili di hashish a Cantù da un Tir proveniente dalla Spagna

Altro che qualche bustina nascosta nascosta nelle tasche dei pantaloni: due albanesi, uno di 61 anni residente a Monza e l'altro di 39 anni di Durazzo, sabato sono stati sorpresi a Cantù dalla Guardia di Finanza di Lecco mentre scaricavano la droga da un Tir. La droga, 325 chili, secondo i militari era destinata soprattutto alla provincia bergamasca e a quella lecchese.

Non è un caso che a compiere l'operazione siano state proprio le Fiamme Gialle di Lecco, particolarmente attive ed efficaci nel contrastare il trasporto di ingenti quantitativi di droga, ovvero i rifornimenti che arrivano per tutti i pusher locali. Nel corso della loro attività di indagine hanno infatti appreso di un nuovo carico che viaggiava all'interno di un Tir proveniente dalla Spagna, nascosto in mezzo all'altra merce.

Subito il blitz per intercettare il tutto a Cantù nella zona industriale sabato pomeriggio. I finanzieri sono così riusciti a sorprendere i due albanesi mentre erano intenti a scaricare la droga. Bloccata ogni via di fuga, i due extracomunitari sono stati consegnati alla giustizia.

Dai successivi accertamenti è emerso che sul Tir viaggiavano complessivamente 325 chili di hashish custoditi all'interno di cartoni. Nel corso dell'operazione sono state recuperate banconote per diverse migliaia di euro. Tir e droga sono stati posti sotto sequestro.