Muro squarciato alla Oman Caffè, ma il colpo fallisce

COMO - Assalto notturno, tra venerdì e sabato, all'azienda di via Pannilani. Muro abbattuto a colpi di piccone, cassaforte scardinate, ma i malviventi sono fuggiti a mani vuote. Con ogni probabilità hanno abbandonato il posto dopo l'arrivo della guardia giurata.

Approfittando del buio e della zona deserta hanno fatto un'irruzione notturna nella Oman Caffè di via Pannilani. A picconate. Qualcosa, però, dev'essere andato storto: i malviventi sono fuggiti a mani vuote rinunciando ai soldi presenti nella cassaforte.

E' accaduto nella notte tra venerdì e sabato. I malviventi - le forze dell'ordine sostengono che si tratti di quattro persone - dopo aver sfondato un muro a colpi di piccone e aver distrutto il sistema antifurto, sono riusciti a entrare all'interno del capannone dell'azienda che si occupa della torrefazione del caffè.

Hanno anche messo mano a una cassaforte, per scardinarla dal muro. Ma, incredibilmente, non hanno portato via nulla. Secondo gli uomini della Polizia, intervenuti sul posto, i quattro sarebbero stati messi in fuga dall'arrivo delle guardie giurate, arrivate in azienda nel consueto giro di perlustrazione notturno.

Andati via a mani vuote, dunque, ma il danno per l'azienda resta notevole.