Maroni: "I sindaci non vogliono il pedaggio per gli automobilisti? Lo paghino loro"

COMO - Stuzzicato dal Tg3 Lombardia che gli chiedeva un parere in merito alla protesta dei sindaci sul pagamento del pedaggio della tangenziale, Roberto Maroni ha replicato senza mezzi toni. Spiegando che è una delibera del Cipe e che i sindaci, per evitare il pedaggio agli automobilisti, possono pagare di tasca propria.

I sindaci si stanno riunendo e attrezzando perché non vogliono che gli automobilisti paghino il pedaggio sulla tangenziale? Nessun problema per il Governatore Roberto Maroni: "Lo paghino loro, così il discorso è chiuso".

E' la dichiarazione che il Presidente della Regione Lombardia ha rilasciato ieri sera al Tg3 Lombardia, stuzzicato proprio sull'argomento del pedaggio della tangenziale. Una domanda che Maroni, orgoglioso del sistema autostradale pedemontano che intende completare entro la fine del suo mandato, ha poco gradito riconsegnando il problema nelle mani dei sindaci arrabbiati.

Al momento sembra che siano più di una trentina quelli disposti a dare battaglia contro il pagamento del pedaggio. Sia perché ritenuto inopportuno, sia perché considerata l'autostrada più cara d'Italia in virtù di quei 2,4 chilometri che si possono percorrere attualmente.

Maroni, tuttavia, fa sapere che hanno sbagliato il destinatario della protesta: "La Regione Lombardia non c'entra proprio nulla. Si tratta di una delibera del Cipe che stabilisce sia l'obbligatorietà del pedaggio sia la tariffa. Noi, quindi, non possiamo intervenire. Se i sindaci sono contrari, o protestano con il Cipe o mettono mano al portafoglio pagando loro al posto degli automobilisti".