Mariano: otto anni di carcere per il pusher che aveva investito il poliziotto

COMO - Soufiane Moustapha Anime, il giovane marocchino che all'inizio di ottobre aveva investito l'agente di Polizia a Mariano Comense, è stato condannato dal giudice a otto anni di reclusione.

Condannato a otto anni di reclusione. Così ha deciso il giudice nei confronti di Soufiane Moustapha Anime, il marocchino diciannovenne che all'inizio del mese di ottobre aveva investito a Mariano Comense un agente della Polizia di Stato ed era fuggito cercando di far perdere le sue tracce.

Il fatto era avvenuto all'inizio del mese di ottobre. L'extracomunitario, ricercato dalla Questura di Lecco, era stato intercettato a Mariano Comense da due agenti. Quando uno dei due era sceso dall'auto per qualificarsi e intimargli l'alt, il marocchino lo aveva investito. Era stato poi arrestato pochi giorni più tardi a Milano.

Mercoledì al Tribunale di Como si è svolto il processo con rito abbreviato. Il giudice ha pronunciato la sentenza di condanna a 8 anni, con il versamento d una provvisionale di 50 mila euro a beneficio dell'agente Sebastiano Pettinato.