Ladra distratta si tradisce da sola: aveva rubato in più negozi

COMO - Agli agenti della Polizia che la interrogano dopo che è risuonato il sistema antitaccheggio del Bennet di Tavernola, mostra un profumo. Ma non ha la placca: si scopre che nel giaccone nasconde anche un paio di scarpe

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Quando viene fermata alla barriera antitaccheggio che suona e confessa il furto, cerca di ingannare l'addetto alla sicurezza e la Polizia: ma il prodotto che estrae di tasca non ha la placca e non poteva far scattare l'allarme. Da lì capiscono che ha rubato anche altra merce. Per la giovane è scattata la denuncia.

Protagonista della vicenda è L.B., 21 anni, fermata nel primo pomeriggio dall'addetto alla sicurezza del Bennet di Tavernola dopo aver superato le casse e aver fatto suonare l'allarme. Quando la Polizia arriva sul posto, lei ammette di aver rubato un profumo. Ma quando lo porge alle Forze dell'ordine, è evidente che non avendo la placca non può aver azionato il sistema antitaccheggio.

Alla ragazza, a quel punto, non resta che confessare tutto: dal giaccone estrae anche un paio di scarpe. Gli agenti, svolti alcuni accertamenti, riescono a risalire al negozio Sephora, ove la ragazza aveva asportato il “Tester”, restituendolo ai proprietari. Per lei scatta una denuncia per furto aggravato.