La Briantea84 scrive un'altra pagina di storia agli assoluti estivi di nuoto

CANTU' - Un'altra bella pagina di sporto per la Briantea84. Stavolta le soddisfazioni non arrivano dalla pallacanetro ma dal nuoto: agli Assoluti estivi, che si sono svolti a Busto Arsizio, per la prima volta è arrivata una medaglia tricolore da una staffetta maschile.

Gli Assoluti Estivi di Busto Arsizio hanno scritto un pezzo di storia per la squadra di nuoto agonistica della Briantea84. Per la prima volta, infatti, una staffetta maschile ha vinto una medaglia italiana. Non era mai capitato finora. Di medaglie, poi, ne sono arrivate ben due, una migliore dell’altra: prima il bronzo nella 4x100 misti, poi lo straordinario secondo posto nella 4x100 stile libero. A conclusione di una tre giorni che ha regalato, in totale, 11 medaglie di classe e 5 podi nelle finali Open assolute. Più di cosi non si poteva sperare. 

Non poteva che essere molto soddisfatto, al di là della stanchezza, il tecnico Alessandro Pezzani che in questi sette anni ha lavorato per costruire un gruppo di piccoli e grandi campioni, uniti dentro e fuori dalla vasca: “Al di là delle medaglie, la cosa più importante è che ciascuno, nel suo piccolo, ha ottenuto a Busto i suoi tempi migliori. Questo significa che tutti c’erano con la testa e la voglia di sperare i propri limiti. Poi, senza dubbio, il più grande risultato riguarda le staffette: sapevamo che potevamo ambire al podio, ma poi riuscirci è altra cosa: molto difficile, serve davvero la piena determinazione di ogni componente. Tutti hanno dato il massimo, siamo riusciti a fare una cosa che mai prima era successa. Questa edizione degli Assoluti italiani segna un record per la Briantea84, ne siamo orgogliosi”.

Grande qualità e molta grinta negli otto valorosi componenti del team BLM (purtroppo assente per motivi di salute l’unica quota rosa, Francesca Pozzi), che hanno messo a frutto il duro lavoro degli ultimi mesi trasformando in metallo la fatica e le ambizioni. 

Capitano e leader morale di questa squadra non poteva essere che Marco Dolfin che, nonostante le delusioni per la mancata convocazione ai Mondiali di Montreal, ha saputo ancora una volta dimostrare il proprio valore: tre medaglie d’oro di classe (100 rana, 50 farfalla e 50 stile libero), impreziosite dal titolo italiano nei 100 rana e da un ottimo argento Open nei 50 stile libero. Più il grande contributo alle due staffette medagliate. Il faro di questa BLM, ispirazione per i più giovani e per chi, in questo Campionato italiano, ha fatto il suo debutto ufficiale. Come Andrea Riboldi, convocato al suo primo Campionato Italiano per le staffette e mai scelta fu più azzeccata, e così anche Stefano Bacciocchi che, oltre a dare il suo nelle 4x100 stile e misti, ha saputo togliersi una grande soddisfazione personale mettendo al collo un memorabile oro nei 100 rana classe SB8 con 1’46’’95 (a gennaio il tempo era 2’10’’…).

Per non parlare del giovanissimo Cristian Sirica, 16 anni e un potenziale tutto da scoprire: due volte sul podio con le staffette e tempi che fanno registrare i suoi personal best. In crescendo anche Emanuele Lanzani che è partito in sordina per poi togliersi grandi soddisfazioni in tutte le gare che ha disputato: doppio argento S2 nei 50 stile e nei 100 dorso, conditi da un bronzo nei 100 stile libero. 

Non ha perso l’appuntamento col podio neppure Simone Frigerio che, dopo aver mancato di pochi centesimi l’oro nei 50 rana SB2, ha saputo conquistare un ottimo terzo posto nei 50 stile libero S3. Sempre una certezza anche Cristian Marson che, a dispetto dell’età, lascia sempre la sua zampata da ranista: nella gara corta ha ottenuto il secondo posto di classe e difeso il risultato anche nella finale Open. Nessuna medaglia ma record personale nei 50 stile libero della staffetta anche per Marco Proserpio, tornato in vasca dopo un anno di stop.

“Individualmente posso solo essere soddisfatto – ha concluso Pezzani – perché la qualità si è vista tutta. In particolare sono orgoglioso di chi ha vissuto per la prima volta le emozioni di un Assoluto italiano e ha saputo gestirle al meglio, ottenendo ottimi risultati. Sentiremo sicuramente parlare di Sirica, il cui futuro potrà essere ricco di belle sorprese se saprà coniugare al meglio studio e impegno agonistico. Anche Bacciocchi è stato una rivelazione, ha gestito al meglio la tattica delle gare e ha mostrato il meglio della sua tecnica. Ringrazio Riboldi e Proserpio per essersi messi a disposizione nelle staffette, aiutandoci a costruire squadre vincenti. Chiudiamo con un bel risultato che ci dà la spinta per la prossima stagione”. 


Risultati individuali:
Stefano Bacciocchi 
100ra ORO SB8 

Cristian Marson 
50 st BRONZO S4 
50 ra ARGENTO SB3 + ARGENTO OPEN 

Simone Frigerio 
50 st BRONZO S3 
50 ra ARGENTO SB2 

Emanuele Lanzani 
50 st ARGENTO S2 
100 st BRONZO S2
100 do ARGENTO S2 

Marco Dolfin 
50 st ORO S6
100 ra ORO S6 + ORO OPEN 
50 fa ORO S6 

STAFFETTE:
4x50 mix – 4° posto
Lanzani (do) Marson (ra) Dolfin (fa) Sirica (st)

4x50 st – 4° posto
Frigerio Marson Proserpio Bacciocchi

4x100 st - ARGENTO
Sirica Bacciocchi Riboldi Dolfin

4x100 mix - BRONZO
Sirica (do) Bacciocchi (ra) Dolfin (fa) Riboldi (st)