Inseguimento da Como a Laglio, denunciato dalla Polizia

COMO - Soltanto l'intervento di più Volanti ha permesso alla Polizia, nelle prime ore di martedì, di bloccare un italiano in fuga da Como fino a Laglio. Non risultava ubriaca, ma è stato portato al Sant'Anna per verificare se poteva avere assunto sostanze stupefacenti.

Nonostante l'alt della Polizia, dopo aver finto di fermarsi, ha schiacciato il piede sull'acceleratore: un italiano, nelle primissime ore, dopo essere stato fermato a Laglio è stato denunciato.
 
Gli agenti hanno notato A.C.E.N., 52 anni, quando non erano ancora le 5 del mattino in piazza Camerlata. Proveniva dalla via Canturina e, giunto al semaforo verde, si è fermato. Poi è ripartito a tutta velocità procedendo a zig zag quando la luce è diventata rossa.

Inevitabile l'intervento della Volante che, dopo averlo raggiunto, gli ha chiesto di fermarsi per un controllo. Lui, però, all'improvviso è ripartito velocemente senza dare modo alla pattuglia di avvicinarsi. Ha imboccato la “Regina vecchia” attraversando a tutta velocità i comuni presenti sul percorso, prima di essere finalmente fermato a Laglio grazie all'intervento di altre due Volanti che, mettendosi di traverso in strada, lo hanno costretto a concludere la sua corsa.

Quando gli agenti gli hanno chiesto spiegazioni riguardo al suo atteggiamento, ha risposto in modo un po' confuso: sottoposto al test alcolemico, però, gli esiti sono risultati corretti. E' stato quindi accompagnato all'ospedale Sant'Anna per determinare se la sua alterazione fosse causata da stupefacenti o farmaci.

E' stato infine denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere, inosservanza ai provvedimenti di autorità e gli sono state contestate le infrazioni al Codice della Strada per passaggio con semaforo rosso, velocità non commisurata, cambio di corsia, giuda pericolosa ed omesso arresto all’alt.