Il rally si conclude in tragedia: morti carbonizzati due piloti ticinesi

CARLAZZO - Una tragedia scuote il mondo delle corse: durante la prova speciale 4 del "Ba...relli Ronde" la Renault Clio della Scuderia Lugano Racing, nel pomeriggio di ieri, è andata a sbattere. Nonostante l'intervento dei soccorritori l'auto ha preso fuoco, l'equipaggio è morto carbonizzato.

Tragedia al "Ba...relli Ronde": una vettura ieri pomeriggio è andata a sbattere contro un muretto durante la prova speciale "Naggio", il pilota e il navigatore sono morti carbonizzati all'interno della loro vettura.

Secondo quanto dichiarato da Roberto Ledda, direttore di gara, la Renault Clio R3C dei ticinesi Stefano Campana e Robin Munz (rispettivamente di 38 e di 21 anni, della Scuderia Lugano Racing), nel corso della prova speciale 4, giunti all'altezza della postazione numero 46 nel territorio di Carlazzo, ha urtato con violenza il fianco destro contro un muretto situato sul bordo destro della carreggiata. E' finita poi contro il guard-rail di sinistra terminando la sua corsa sul lato destro della strada.

L'episodio è accaduto sotto gli occhi di un commissario di gara che ha subito raggiunto la vettura e chiamato i soccorsi, sia medici sia antincendio. Lo stesso commissario ha provato a soccorrere l’equipaggio che risultava incosciente all’interno dell’abitacolo. Purtroppo le condizioni della vettura, già accartocciata, gli hanno impedito di aprire gli sportelli laterali della Renault che nel frattempo ha preso fuoco con un’improvvisa vampata.

Nel frattempo sono arrivati sul posto l'ambulanza con medico, gli ufficiali di gara con estintori e carro attrezzi anch'esso dotato di estintori. Tutti si sono prodigati per domare le fiamme ma tutti gli sforzi sono risultati vani. Quando finalmente si è riusciti ad aprire la vettura, i due membri dell'equipaggio erano morti carbonizzati.

Ancora sconosciute le cause dell'incidente. Di certo il pilota conosceva bene il percorso avendo già partecipato alle prime due edizioni della manifestazione nel 2012 e nel 2014. Dopo le prime tre prove Campana e Munz erano terzi di categoria e 21° assoluti a pari merito con un altro equipaggio e stavano lottando per la seconda posizione. La corsa è stata definitivamente sospesa.