Fondazione Ambrosoli: una cena per sostenere l'ospedale di Kalongo in Uganda

COMO - Una serata per fare cultura e per raccogliere fondi: è quella organizzata dalla Fondazione Ambrosoli, in programma nella serata di domani a Villa D'Este. Il ricavato sarà interamente devoluto per sostenere le cure dei pazienti del Dr. Ambrosoli Memorial Hospital di Kalongo.

Grande attesa per la cena annuale di raccolta fondi della Fondazione Dr. Ambrosoli, durante la quale gli ospiti, Umberto Ambrosoli e Mario Calabresi, direttore de La Stampa, interverranno sul tema attualissimo dell? impatto sociale, ovvero della valutazione dei cambiamenti realmente prodotti nella vita delle persone e delle comunità in cui le organizzazioni no profit operano. Modera la serata Elisabetta Soglio del Corriere della Sera.

L'appuntamento è per domani, martedi 20 ottobre, con inizio alle 19 a Villa d'Este con "Obiettivo impatto - Il cambiamento al centro della nostra azione?"

Per partecipare e per informazioni: Fondazione Ambrosoli, info@fondazioneambrosoli.it Tel: 02 36558852/ Ellecistudio 031.301037.

Fondata nel 1998 dai Missionari Comboniani e dalla famiglia di padre Giuseppe Ambrosoli, la Fondazione Dr. Ambrosoli Memorial Hospital supporta e sostiene l?Ospedale di Kalongo e la Scuola specialistica per ostetriche da lui fondati, assicurando così l?accesso ai servizi sanitari alla popolazione del nord Uganda e promuovendo la formazione medica per accompagnare l'ospedale verso il futuro traguardo dell'autonomia.

Il Dr. Ambrosoli Memorial Hospital, nato nel 1957, è una delle più importanti organizzazioni sanitarie ugandesi per numero di letti (302) e garantisce assistenza sanitaria qualificata a circa 50.000 persone l?anno: il 70% donne e bambini. Dotato di 6 reparti (maternità, pediatria, medicina generale, chirurgia, tbc, aids), un poliambulatorio per pazienti esterni, un laboratorio di analisi e radiologia e 2 sale operatorie, dà impiego oggi a 213 operatori.

Nel 1959 viene fondata la Scuola di ostetricia St. Mary?s Midwifery School Kalongo per trovare una soluzione sostenibile al grave problema della mortalità materno-infantile in Africa. Dalla sua nascita a oggi la scuola ha qualificato oltre 1.200 ostetriche ed è considerata una struttura di eccellenza nella formazione medica specialistica. Le sue ostetriche diplomate sono richieste non solo nelle strutture ugandesi, ma anche in quelle di Tanzania, Kenia, Sudan, Congo e altri paesi dell'Africa sub sahariana.

Il ricavato della serata sarà devoluto per sostenere le cure dei pazienti del Dr. Ambrosoli Memorial Hospital di Kalongo.