Finanza a segno: in manette corriere e staffettista della droga

COMO - Lunedì sera la Guardia di Finanza di Como è riuscita a consegnare alla giustizia un trentunenne di Lipomo e un quarantanovenne di Beregazzo con Figliaro: corriere e staffettista della droga diretta verso la Svizzera

Più di un chilo di marijuana sequestrato ma, soprattutto le mani sul corriere della droga e sullo staffettista: si è conclusa con due arresti la brillante operazione della Guardia di Finanza di Como, che in seguito all'attività di indagine è riuscita a intercettare due persone che miravano a introdurre sostanze stupefacenti in Svizzera.

I militari erano riusciti a scoprire che l'attenzione doveva essere rivolta a una Fiat 500 con targa svizzera. Era l'auto utilizzata da due italiani, che avevano già avuto diversi guai con la giustizia, per trasportare la droga.

L'hanno vista spuntare lunedì sera, diretta verso Ronago ed è stata fermata dalla pattuglia: guidata da un trentunenne di Lipomo, trasportava 1,3 chili di marijuana oltre a 18 grammi di cocaina. Neanche il tempo di effettuare il controllo, ed ecco sbucare la vettura dello staffettista che, compreso quanto stava accadendo, è riuscito a fuggire in tempo per far perdere le sue tracce.

I finanzieri non si sono dati per vinti. Grazie alle indagini già svolte e alla ricerca del contratto di noleggio della Fiat 500, sono riusciti a risalire anche all'identità del fuggitivo, un uomo di 49 anni residente a Beregazzo con Figliaro. Aveva in casa un grammo e mezzo di cocaina, 7 grammi di marijuana, ma anche 5.600 euro e 400 franchi svizzeri. Ha ammesso le sue responsabilità.

Entrambi sono stati portati alla casa circondariale di Como e messi a disposizione dell'autorità giudiziaria.