Falsifica il Gratta e Vinci per "scucire" 10 mila euro al tabaccaio

PONTE CHIASSO - Gli agenti della Polizia di Frontiera hanno denunciato a piede libero un romeno di 30 anni. Nel tentativo di incassare 10 mila euro, ha falsificato il biglietto del Gratta e Vinci acquistato da un tabaccaio del posto

Ha cercato di falsificare un biglietto del Gratta e Vinci per incassare aPonte Chiasso soldi che non gli spettavano: un pregiudicato romeno di 30 anni, nei giorni scorsi, è stato denunciato dalla Polizia di Frontiera. Dovrà rispondere di truffa ai danni dell'esercente e tentata truffa ai danni dei Monopoli di Stato.

Gli agenti sono risaliti al romeno dopo la denuncia di un tabaccaio, che ha raccontato loro di aver ricevuto un Gratta e Vinci acquistato nel suo locale. L'avventore glielo aveva mostrato facendogli presente la vincita di 10 mila euro, sollecitando più volte la riscossione anche con formale lettera di intimazione.

L'esercente, per tener buono il cliente e non avendo comunque l'abilitazione a pagare questo compenso, aveva consegnato 100 euro al romeno e trattenuto il presunto biglietto vincente per dar seguito alla procedura.

Dagli accertamenti effettuati dalla Polizia, però, il biglietto risultava falsificato in quanto il truffatore aveva in realtà incollato le metà di due biglietti diversi al fine di far risultare un vincita di 10 mila euro. Gli agenti, dopo essere risaliti al truffatore, l'hanno denunciato a piede libero.