Evade dagli arresti domiciliari e salta il posto di blocco: arrestato

LURATE CACCIVIO - E' stato inseguito fino in paese, per circa tre chilometri, l'uomo che non si è fermato all'alt della Polizia Stradale che stava eseguendo controlli di routine. Quando è stato fermato, dalla banca dati è emerso che era evaso dagli arresti domiciliari.

Sono le 16 circa di martedì 1 dicembre, quando due equipaggi della Polizia di Stato, più precisamente della sezione Polizia Stradale di Como, nell’ambito dei quotidiani controlli del territorio, effettuando un posto di blocco, impongono l’alt ad un’autovettura che, invece di arrestare la corsa, sfreccia veloce tra i centauri.

Gli equipaggi si mettono subito al suo inseguimento mentre l’auto, guidata da M.B. del 79, cerca di seminarli per circa tre chilometri. Giunti nel comune di Lurate Caccivio, grazie all’abilità degli agenti, la corsa del fuggitivo viene arrestata senza provocare incidenti e danni a cose o persone.

Quando gli agenti effettuano un controllo nella banca dati, ecco la spiegazione all'accaduto: risulta che l’uomo è sottoposto a ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari con divieto di assentarsi, interdizione che non aveva, ovviamente, rispettato.

L'uomo è stato quindi arrestato per evasione e trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima.