Due volte contromano sulla Milano-Meda: anziano di Mozzate portato in caserma dai Carabinieri

MOZZATE - Un po' incapace di trovare la strada giusta per andare dai parenti a Muggiò e un po' disorientato al punto di non capire cosa stava combinando: un anziano, domenica mattina, ha percorso due volte contromano la Milano-Meda prima di essere fermato da un giovane

Al volante della sua automobile, ben due volte contromano sulla Milano-Meda mentre faceva avanti e indietro nella speranza di ritrovare la strada. L'anziano, alla fine, è stato fermato da un altro automobilista che lo ha portato dai Carabinieri.

La pericolosa disavventura, che si è fortunatamente conclusa senza incidenti, è avvenuta domenica poco dopo l'alba. Alle 5.50 il pensionato, un uomo di 74 anni residente a Mozzate nel comasco, è stato avvistato al volante della sua Fiat Panda mentre viaggiava contromano tra Varedo e Bovisio Masciago.

Una mezz'oretta più tardi, un po' disorientato, ha nuovamente imboccato la superstrada in direzione sud, stavolta correttamente. Il suo obiettivo era quello di recarsi da parenti a Muggiò, ma non riusciva a trovare la strada giusta.

Fatto sta che, arrivato all'altezza di Bovisio Masciago, convinto di non dover procedere oltre, è rientrato sulla Milano-Meda ancora una volta contromano.

Per la fortuna di tutti in quel momento stava sopraggiungendo un ragazzo di 22 anni residente a Cabiate che è riuscito a fermarlo e a evitare l'incidente. "Devo andare a Muggiò - gli ha spiegato l'anziano - ma non so come fare".

Il giovane non si è perso d'animo e, compreso lo stato un po' confusionale del pensionato, gli ha fatto parcheggiare l'auto poi l'ha accompagnato in caserma dai Carabinieri di Nova Milanese perché potessero farsi carico del problema.