Dieci grammi di marijuana in tasca, marocchino denunciato per spaccio

COMO - Un marocchino venerdì mattina è stato individuato dai "Poliziotti di quartiere" nei pressi dei giardini a lago, sulle gradinate sul lato posteriore del monumento ai caduti. Dopo aver notato i suoi segni di insofferenza, lo hanno controllato trovando nelle sue tasche 10 grammi di marijuana.

Venerdì mattina, nel corso dello specifico servizio di controllo del territorio, una pattuglia dei “Poliziotti di quartiere”, nei pressi dei giardini a lago, si è imbattuta in una coppia di giovani seduti sulle gradinate sul lato posteriore del monumento ai caduti, procedendo al loro controllo.

L’attenzione degli agenti  è stata catturata dal modo di fare di uno dei due, un marocchino di 20 anni residente a Lurate Caccivio, che ha lasciato trasparire un’evidente sofferenza per la presenza dei due poliziotti che, pertanto, hanno deciso di procedere ad un approfondito accertamento sulla sua persona.

La ricerca ha consentito il recupero e sequestro di un involucro contenente circa 10 grammi di marijuana e di un grinder – un attrezzo utilizzato per macinare e triturare tale sostanza – che il giovane deteneva nella tasca del proprio giubbetto.

Negativo il controllo della sua compagna così come l’esito della successiva perquisizione presso il suo domicilio.

Al termine degli accertamenti il marocchino è stato denunciato a piede libero per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Poche ore prima un sequestro di hashish era stato fatto da un equipaggio della Volante: procedendo al controllo di un sospetto in via dei Mille, gli agenti avevano trovato nella sua disponibilità circa 2 grammi di hashish che il ventiduenne comasco aveva consegnato spontaneamente dichiarandone di farne esclusivo uso personale. Motivo per il quale il giovane verrà segnalato al Prefetto.