Como: in bolletta per il videopoker ruba il vestito al Bennet

COMO - Esce per acquistare un abito, ma si intrattiene al videopoker e perde tutti i quattrini. L'abito lo prende comunque, indossandolo sotto ai suoi vestiti. L'uomo, un trentanovenne residente in città, è stato denunciato.

Finisce i soldi alle macchinette del videopoker, poi va al supermercato a prendere un vestito ma con l'intenzione di non passare dalle casse. Un uomo, nella tarda serata di martedì 24, è stato denunciato dagli uomini della Polizia di Stato.

Tutto è successo in serata, verso le 19, quando l'uomo, L.F. di 39 anni residente in città, si è recato al Bennet di via Asiago. Dopo aver fatto la spesa, arrivato ai rulli delle casse per pagare la merce, è risuonato l'allarme del sistema antitaccheggio. Quando ririprova su invito della commessa e la sirena risuona una seconda volta, lui fugge per evitare l'intervento dell'addetto alla sicurezza che si sta avvicinando.

Gli uomini della Polizia di Stato, dopo aver visionato le immagini registrate ddalle telecamere, riescono però a identificare la targa della sua auto e risalire direttamente a lui. Quando lo trovano in casa, lui confessa tutto: l'intenzione era quella di acquistare un abito ma, avendo finito i soldi al videopoker, l'idea era stata quella di indossare il vestito sotto all'abbigliamento con cui era entrato. Così facendo, però, si è dimenticato di una delle placche antitaccheggio.

La Polizia lo ha denunciato per furto aggravato, il vestito è stato riportato al supermercato.