Cento metri di scivolata: recuperata dal Soccorso alpino con l'elicottero

MUSSO - Si è temuto il peggio nel tardo pomeriggio di ieri per una ragazza di 26 anni, residente in paese, scivolata a Delebio (So) nel corso di un'escursione. Si è fermata soltanto 100 metri dopo ed è stata recuperata con elicottero e verricello dal Soccorso Alpino

Stava camminando su un sentiero, ma è scivolata all'improvviso: una ragazza di 26 anni, residente a Musso, è franata rovinosamente per un centinaio di metri. E' stata recuperata soltanto grazie all'intervento del Soccorso alpino. Ora è all'ospedale di Gravedona, mal ridotta ma non in pericolo di vita.

L'imprevisto si è verificato nel tardo pomeriggio di ieri a Delebio in provincia di Sondrio. La ragazza stava effettuando l'escursione con un'altra persona lungo un sentiero nella zona denominata "Tempietto degli Alpini", a circa 600 metri di quota.

Dopo essere scivolata per un centinaio di metri, è caduta in una zona caratterizzata dalla presenza di salti di roccia e ha riportato diverse ferite. Si è temuto il peggio. Una volta ricevuta la telefonata, la Centrale operativa ha inviato subito sul posto in codice rosso l’elisoccorso e le squadre territoriali della Stazione di Morbegno, VII Delegazione Vatellina - Valchiavenna del CNSAS Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico).

Otto i tecnici impegnati, più il tecnico di elisoccorso sempre a bordo del mezzo. Le squadre sono state calate con il verricello, la ragazza è infine stata portata in ospedale a Gravedona, dove i timori sulla sorte della ragazza sono stati ridimensionati, anche se dovrà fare i conti con fratture multiple.