"Bisogna evitare il pedaggio sulla tangenziale"

COMO - Il sindaco Mario Lucini nei giorni scorsi ha scritto a Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia: facendogli presente che il pedaggio vanifica l'utilità dell'opera e che, al più presto, bisogna completare l'intero sistema tangenziale con il secondo lotto.

"Occorre scongiurare l'ipotesi del pagamento del pedaggio sulla tangenziale perché vanificherebbe gli effetti positivi di decongestionamento del traffico passante per la città di Como". Il sindaco Mario Lucini, nei giorni scorsi, ha preso carta e penna per fare questa richiesta a Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia.

Una lettera in cui il primo cittadino ha deciso di affrontare il discorso della viabilità nel suo insieme facendo presente al Governatore tutta una serie di considerazioni.

Prima tra tutte la mancanza di un un sistema tangenziale completo "comprensivo anche del secondo lotto a tutt'oggi non ancora definito e finanziato". Situazione che secondo il sindaco "determina la presenza di quote notevoli di traffico improprio, soprattutto nella frazione di Camerlata, principale porta di ingresso della città per chi proviene da sud”.
 
La previsione di applicare il pedaggio non solo sulle relazioni est/ovest (Como Est-Villa Guardia) ma anche sulle relazioni est/nord (Como Est-Como Centro) è definita “illogica” e avrà come conseguenza il dirottamento del traffico sul percorso rotatoria Canturina/viadotto dei Lavatoi/piazzale Camerlata/via Paolo/via Cecilio. 

“Tenuto conto che questa scelta produrrebbe costi generalizzati (inquinamento ambientale, incidentalità e congestione del nodo e delle radiali di Camerlata) ben più alti dei mancati proventi da tariffa per le relazioni est/nord ed est/ovest - conclude Lucini - si chiede, per un corretto utilizzo dell’infrastruttura viaria e delle risorse impiegate, di non tariffare le relazioni est/nord ed est/ovest e di applicare il pedaggio solo alle relazioni ovest/sud (Villa Guardia-Milano-Malpensa) ed est/sud (Como Est-Milano-Malpensa)”, direttrici entrambe inserite nel sistema autostradale dell’A9.