Al semaforo strappa la catenina d'oro alla ciclista: arrestato dalla Polizia

COMO - Ha strappato la catenina dal collo di una giovane in bicicletta, che si era fermata al semaforo rosso in via Cavallotti. Un tunisino di 21 anni, mercoledì sera, è stato rintracciato dalla Polizia Ferroviaria. Ieri il processo per direttissima e l'accompagnamento in carcere

E' stato velocissimo ad agire, altrettanto rapido nel darsi alla fuga. Ma ha commesso un errore imperdonabile: invece di sparire dalla circolazione, è rimasto nella zona. Un tunisino, mercoledì sera, dopo avere strappato una catenina d'oro a una ragazza in bicicletta, è stato arrestato grazie all'intervento della Polizia Ferroviaria.

Il fatto è accaduto verso l'ora di cena. La giovane si era fermata al semaforo rosso di via Cavallotti e lui, con gesto fulmineo, le ha strappato la catenina d'oro che porta al collo ed è fuggito verso la stazione. La ragazza, che in un primo momento aveva provato a inseguirlo, dopo averlo perso di vista si è rivolta alla Questura per denunciare l'accaduto.

Un paio d'ore più tardi, nella stazione di Como San Giovanni, il ventunenne extracomunitario è stato fermato nel sottopasso dagli agenti della Polizia Ferroviaria. Corrispondeva all'indentikit diramato dalla Sala Operativa.

Sul posto è arrivata una Volante per accompagnarlo in Questura. Dai controlli è emerso che l’uomo risultava intestatario di vari alias con ingresso illegale sul territorio nazionale e respingimento da eseguire. Perquisito, aveva nel calzino la catenina rubata alla ragazza.

Arrestato per furto con strappo è stato processato per direttissima ieri mattina. Condannato a 300 euro di multa e a un anno di reclusione, è stato portato in carcere al Bassone.