"Aiuto, mi hanno rapito": ma nella notte di Natale, ubriaco, era finito nel ripostiglio dell'ospedale

COMO - Ha quasi fatto venire l'infarto alla mamma, contattandola per dirle di essere stato rapito. Ha fatto sguinzagliare i Carabinieri su tutto il territorio. Il giovane, alla fine, è stato trovato in un ripostiglio dell'ospedale dov'era finito ubriaco nella notte

Si è svegliato al mattino rinchiuso in uno stanzino e ha impugnato il cellulare per chiamare i Carabinieri per avvisare di essere stato rapinato e di trovarsi in un qualche luogo a lui sconosciuto. Il giallo è stato presto risolto: il ragazzo, completamente ubriaco, dopo la mezzanotte si era infilato chissà come in un ripostiglio dell'ospedale Sant'Anna di Como.

Il risveglio, per lui, a Natale è stato decisamente traumatico. Ha scoperto di non essere nel letto della sua abitazione, bensì in uno stanzino anche poco accogliente. Si è accorto però di avere con sé il cellulare, nonostante tutto. E ha chiamato la mamma per chiedere aiuto senza essere in grado di fornire indicazioni sulla sua localizzazione. La donna, allarmata, a sua volta ha avvisato i Carabinieri che hanno fatto scattare una vera e propria ricerca su vasta scala.

Non sapendo neanche loro da dove partire, sono riusciti a mettersi in contatto con il ragazzo chiedendogli di attivare il Gps per poterlo localizzare. Il segnale, però, era parecchio impreciso. La prima segnalazione era dalle parte della piscina di Casate.

Mentre i militari erano impegnati nella ricerca, ecco che il giallo si risolve. Addetti del personale Sant'Anna, aprendo la porta del ripostiglio, se lo trovano di fronte. Grande la sorpresa per tutti. E così si scopre che il ragazzo nella nottata, verso le 4, si era recato al pronto soccorso dove avevano rilevato un elevato tasso alcolemico, aveva proprio bevuto tanto. Ma erano state escluse complicazioni e lui era stato dimesso. Uscito dal pronto soccorso, evidentemente non molto in sé, si era infilato chissà come nel ripostiglio e si era addormentato.

Insomma nessun rapimento, ma solo una bella sbornia. Natale con sorpresa e con un bello spavento.