A Chiasso sul treno c'è un latitante albanese: arrestato dalla Polizia

COMO - Aveva fatto perdere le sue tracce dal 21 agosto, giorno in cui il Tribunale di Genova aveva firmato l'ordine di carcerazione per il furto in uno studio: il giovane albanese, 23 anni, è stato trovato sul treno a Chiasso dalla Polizia di Frontiera che lo ha arrestato.

Nell'ambito dei servizi di prevenzione della Polizia di Stato, un cittadino albanese latitante da circa due mesi è stato tratto in arresto mentre tentava di lasciare l'Italia. E' accaduto venerdì mattina allorché la Polizia di Frontiera, nell'ambito degli accordi bilaterali italo-svizzeri, ha controllato un giovane straniero a bordo di di un treno partito da Milano durante la sosta alla stazione di Chiasso.

Quest'ultimo ha esibito solo una carta di identità albanese, cosa che ha spinto gli agenti a portarlo negli uffici di Ponte Chiasso per maggiori accertamenti.

E' emerso che il ragazzo, di 23 anni, era gravato da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Genova il 21 agosto scorso, in quanto ritenuto responsabile di un furto in uno studio ove erano stati asportati strumenti elettronici e due pistole ad uso sportivo. Concluse le verifiche, la Polizia lo ha condotto alla casa circondariale di Como.