Terzi: "Il sito ex Ginori sarà ripristinato entro l'estate"

LAVENO MOMBELLO - I lavori di bonifica sono stati completati il mese scorso grazi a uno stanziamento di 2,29 milioni di euro da parte della Regione Lombardia. Ma l'assessore regionale Claudia Maria Terzi promette un passo in più: il ripristino dell'area entro la fine dell'estate.

"Con i fondi incassati dal conferimento dei rifiuti liguri saremo in grado di ripristinare completamente il sito ex Ginori di Laveno Mombello, già oggetto di totale bonifica conclusasi proprio il mese scorso". Ad annunciarlo è l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi dopo l'ok della Giunta alla delibera che stanzia "i 95.000 euro necessari per la realizzazione della vasca di contenimento delle acque".

"Senza tale vasca - fa presente l'assessore Terzi - l'acqua sarebbe stata convogliata direttamente in corso idrico superficiale (CIS) senza possibilità di controllo né qualitativo (analisi), né quantitativo (rischio di esondazione). Il progetto sarà concluso entro la fine dell'estate". "Grazie a questo ulteriore finanziamento - conclude Terzi - è stato possibile restituire alla fruizione comunale un'area gravemente degradata".
 
La bonifica è stata portata a termine grazie a fondi regionali pari 2,29 milioni di euro per l'asportazione completa dei rifiuti e la riduzione dell'area interessata dal materiale inquinante. 200.000 euro erano invece già stati erogati per la messa a norma della zona oggi di proprietà della società Ceramica industriale di Laveno Verbano, una cooperativa con 140 soci. Con questo intervento Regione Lombardia aveva risposto alla procedura di infrazione avviata dalla Corte di Giustizia Europea contro lo Stato italiano per la presenza di discariche abusive sul territorio con il rischio, se non fosse stato fatto nulla, di incorrere in una multa da 500 milioni di euro.