Dalla Regione 1 milione 200 mila euro per valorizzare i laghi

L'assessore regionale Mauro Parolini ha confermato la volontà del Pirellone di valorizzare il patrimonio dei laghi lombardi: la progettualità, in particolare, riguarderà la promozione delle nostre zone sui mercati internazionali per dare maggiore impronta al settore del turismo.

"La bellezza dei nostri laghi, la loro ricchezza naturalistica, enogastronomica e culturale sono elementi unici nel panorama turistico mondiale. Favorire la valorizzazione e sostenere in modo specifico la promozione di questo patrimonio è un'azione strategica che avrà ricadute stabili e durature sul tessuto economico di questi territori". Lo ha detto Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, commentando l'approvazione da parte della Giunta, su sua proposta, della delibera avente come oggetto la valorizzazione turistica dei grandi laghi lombardi.
 
"L'obiettivo principale di questa misura - ha aggiunto Parolini - è favorire l'aggregazione e l'integrazione tra i soggetti coinvolti nella gestione della grande e completa offerta turistica di queste aree. L'eccessiva frammentazione ha infatti indebolito l'efficacia della promozione ed è giunto il momento di reagire, poiché solo insieme si vince e solo insieme si riescono a cogliere le grandi opportunità che è in grado di offrire un settore in costante crescita, nonostante la crisi, come quello del turismo".
 
"Per affermarsi, essere visibili ed attrattivi nella vastità del mercato globale - ha continuato Parolini - occorre aumentare la nostra dimensione, fare massa critica e mettere in rete tutte le energie presenti anche nelle località lacuali. I fondi che abbiamo messo a disposizione dei soggetti capofila hanno proprio questo scopo: incentivare una forma stabile, concreta e operativa di unità, che includa i soggetti pubblici e privati, favorisca l'integrazione tra diversi settori economici, organizzi i servizi e promuova i laghi in una prospettiva di sviluppo comune".
 
Le progettualità riguarderanno azioni promozionali sui mercati internazionali, interventi volti al miglioramento dell'accoglienza dei turisti, dell'informazione e della promozione digitale, la realizzazione di infrastrutture e servizi volti all'ottimizzazione della fruizione dei laghi, interventi finalizzati alla sostenibilità e alla conservazione del patrimonio naturale.
 
Lago di Garda: euro 300.000, soggetto capofila Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano - Lago di Como: euro 300.000, soggetto capofila Unioncamere Lombardia - Lago di Iseo: euro 300.000, soggetto capofila Comune di Lovere - Lago Maggiore: euro 300.000, soggetto capofila Camera di Commercio di Varese.
 
"In quest'ottica di promozione integrata e di sviluppo - ha concluso Parolini - è inoltre necessario che i 'brand locomotiva' rappresentati dai laghi lombardi fungano da traino per far conoscere ad un pubblico di viaggiatori sempre più ampio anche la ricchezza di località turistiche meno conosciute, che rappresentano oggi veri e propri diamanti grezzi con potenzialità ancora non pienamente espresse".